Breve storia della mia attrezzatura

La prima reflex è stata una Pentax ME Super. Pellicola, certo! Ero un ragazzino a cui piaceva prendere in presto la macchina fotografica di papà. Diciamo che questo ha messo le basi di quello che sarebbe poi successo anni dopo… Poi, a inizio anni 2000, la mia prima macchina fotografica digitale fu una Kodak Easyshare qualcosa. Ricordo la possibilità di fare centinaia di fotografie, e la meraviglia di poterle vedere subito.

black pentax camera in selective focus photography
Photo by Bran Sodre on Pexels.com

All’epoca tutto questo faceva passare in secondo piano la decisa perdita di qualità e versatilità rispetto alla reflex di papà. E non c’era più da spendere denaro in rullini e sviluppo… Crescendo la nostalgia del mirino a pentaprisma si fece forte, e grazie al generale abbassamento dei prezzi riuscii ad avere la mia prima reflex. Era una Nikon D5000, in kit con un obiettivo 18-105mm. Alcuni anni dopo passai ad una D800, che è ancora il mio cavallo di battaglia.

Professionale è meglio?

Una cosa che ci si chiede spesso, specie all’inizio della propria carriera, è: ”che cosa devo comprare per fare le migliori foto possibili?”. La risposta è complessa, e volendola riassumere potrebbe essere “Dipende”.

Prima di andare nel dettaglio, faccio una premessa che avrai già sentito più e più volte. Spendere migliaia di euro in attrezzatura fotografica NON ti renderà necessariamente un fotografo migliore. Anche se puoi permetterti di farlo. Una reflex digitale avanzata utilizzata in automatico non aggiunge nulla a quanto si potrebbe ottenere con uno smartphone, se non la quantità di peso che ti porti sulle spalle durante una vacanza. Avere tra le mani una Leica non ti impedisce di scattare immagini banali, nonostante la qualità indiscussa del sistema. Potrei continuare…

man holding black dslr camera
Photo by cottonbro on Pexels.com

Lo so, il marketing è forte, e la tentazione ad acquistare l’ultimo modello uscito è forte. E’ capitato e capita tuttora anche a me. Ti do un consiglio per non farti sopraffare. Tutte le volte che ti senti pervadere dalla necessità di avere la fotocamera all’ultima moda, pensa a tutte le immagini straordinarie che sono state scattate anche solo 15 anni fa: pochi megapixel, tanto rumore ad ISO medio-alti, pochi fotogrammi al secondo, etc… Ne hai davvero bisogno? la risposta è quasi sempre “No”.

Nikon o Canon?

Detto ciò, vediamo assieme come muoversi nell’acquisto della prima reflex (o mirrorless, anche se non la nomino più nel resto dell’articolo i concetti e le conclusioni sono completamente sovrapponibili!).

Se sei completamente a zero, e vuoi iniziare a fotografare perché sei rimasto ammaliato dalla potenza delle immagini di qualche fotografo famoso, il mio consiglio è di iniziare a fare pratica di composizione e tecniche fotografiche con il tuo smartphone. Prima di tutto, cioè, allena l’occhio fotografico. Scoprirai in fretta le limitazioni che utilizzare lo smartphone porta con se sono tante e sono importanti, e a quel punto sarai pronto alla tua prima macchina fotografica.

camera dark glass photography
Photo by Produtora Midtrack on Pexels.com

Quando sarà ora di passare alla prima reflex, la prima cosa da fare è ovviamente scegliere la marca. A dispetto della pubblicità e delle battaglie che i fanboy di qualsiasi brand portano avanti, la qualità dell’immagine oramai è abbastanza equivalente tra tutti i competitor. Quello che cambia sono il parco lenti, l’assistenza e l’ergonomia. Mentre il primo ed il secondo punto sono un problema secondario per chi inizia, il terzo secondo me è quello che dovrebbe guidare la tua scelta. Con cosa ti trovi meglio a scattare? Cosa è più naturale per te tenere in mano? Entra in un negozio e prova: per me è stato Nikon e ad oggi se dovessi cambiare lo fare probabilmente solo per Fuji, che mi ricorda la mia vecchia Pentax, ma non per Canon, che semplicemente non trovo intuitiva. Sono sicuro che per altri sarà esattamente l’opposto, ed è giustissimo così!

Capisci di cosa hai bisogno

Lo step successivo è capire che modello prendere. Qualsiasi cosa tu sceglierai, anche il modello più base in assoluto, ti permetterà di sperimentare tutte le tecniche fotografiche. E la qualità delle fotografie prodotte sarà nella stragrande maggioranza dei casi equivalenti a quelle di un corpo top di gamma.

Rispondi a queste domande per capire di cosa hai realmente bisogno.

  • In che ambiente userai la macchina fotografica?
  • Scatterai soprattutto di giorno?
  • A cosa serviranno le immagini?
  • Che tipo di genere fotografico ti interessa di più?

Questa è una checklist di domande fondamentali che è utile non solo quando si è all’inizi, ma anche quando si ha già una discreta esperienza e si deve valutare un cambio di attrezzatura. Serve a capire quanto deve essere “specializzato” quello che compriamo. Per esempio, se utilizzerò la macchina fotografica spesso per fotografare rally (polvere e potenzialmente pioggia), mi converrà cercare corpi tropicalizzati, cioè sigillati alle intemperie. Viceversa se non è una feature che utilizzerei, posso risparmiare i soldi per averla (l’occasionale acquazzone si affronta tranquillamente anche senza tropicalizzazione).

photo of car on dirt road
Photo by Süleyman Şahan on Pexels.com

Rispondendo alle altre domande puoi avere un’idea delle tue necessità in termini di ISO/rumore, dimensioni del sensore, lenti e tipo di corpo macchina. Per la mia esperienza, chi inizia ha bisogno di un corpo macchina base o intermedio con formato APS-C o simile, abbinato ad un obiettivo zoom tuttofare che arrivi fino a 100-150mm (oltre iniziano a essere ingombranti). Lascia perdere il 18-55, perchè sentirai quasi subito l’esigenza di qualcosa di più lungo. Una cosa che consiglio di avere da subito è anche un obiettivo molto aperto, come un 35mm f/1.8, in modo da esplorare anche la fotografia con gli obiettivi fissi (personalmente è quella che preferisco).
Con questo set-up hai tutto l’occorrente per poter imparare ad utilizzare una reflex in maniera efficace, e a capire se vuoi specializzarti e su cosa.

Come comprare

Per finire, alcuni consigli pratici per l’acquisto. Se il budget non è un problema, parti con un kit entry-level nuovo. Se vuoi risparmiare un po’ puoi acquistare modelli appena usciti di produzione, che vengono svenduti per fare posto ai nuovi: è facile trovare offerte veramente convenienti. In alternativa, un corpo macchina leggermente più avanzato può durare più a lungo (non prima che si rompa, ma prima che tu senta la necessità di qualcosa di più specializzato o professionale) ed in questo caso ti suggerisco di cercare il kit sul mercato dell’usato per limitare il tetto di spesa. Per l’obiettivo fisso valgono gli stessi ragionamenti: un buon usato è equivalente al nuovo, un obiettivo semplice difficilmente darà problemi, anzi probabilmente durerà tanto quanto la tua carriera di fotografo!

Contattami

Hai una domanda? Non vedo l’ora di sentirla!

Mandami un messaggio e risponderò il prima possibile!