Ti ricordi delle diapositive, dei rullini, dell’attesa tra lo scatto ed il risultato dello sviluppo? Se sì sei conscio della enorme portata della rivoluzione digitale, che ha prima soppiantato l’analogico e poi ha messo in tasca a tutti nel mondo dispositivi in grado di produrre immagini rapidamente ed economicamente, gli smartphone. Se invece con la fotografia digitale ci sei nato, beh sappi che è grazie a questa se la fotografia oggi è un’attività veramente alla portata di tutti.

Ovunque tu sia, ti sfido a non trovare qualcuno intento a inquadrare qualcosa nello schermo del suo device, pronto a condividerlo su instagram o a mandarlo agli amici su whatsapp. La tecnica degli strumenti di ripresa si è spinta talmente avanti da permettere a chiunque di scattare una foto, senza avere il bisogno di imparare nulla di particolare. La qualità poi è in continuo aumento, e qualunque strumento moderno, anche entry level come uno smartphone di fascia bassa, è in grado di generare immagini più che accettabili.

black man taking photo of bridge over river
Photo by William Fortunato on Pexels.com

Però…tutti possiamo fare foto oggi, ma in quanti possono dire di saperlo fare?

Fotografare è comunicare

Proprio così, la fotografia è un mezzo per comunicare qualcosa. E’ come la scrittura: può essere usata per ricordare cosa dobbiamo comprare al supermercato, oppure per raccontare una storia avvincente sotto forma di libro. E’ un linguaggio, e la maniera in cui viene usato lo nobilita, oppure no.

Se scatti fotografie che servono solo a comunicare dove ti trovi, con chi sei in quel momento o cosa stai facendo, scatti che sono utili a te o a pochi altri, e solo per un breve periodo di tempo, non stai fotografando. Non stai facendo niente di diverso da scarabocchiare un appunto. Se non ti interessa qualcosa di diverso da questo, non ti serve imparare a fotografare.

Se sei qui però, a leggere queste righe, probabilmente il tuo scopo è un altro. Forse vuoi semplicemente esprimere la tua creatività, esporre il tuo concetto di bello, la tua visione del mondo. Oppure vuoi raccontare storie, utilizzando la potenza e l’universalità che solo le immagini possono avere. Ancora, potresti voler aiutare gli altri a trasmettere i loro valori, o a vendere i propri prodotti. Le possibilità sono infinite.

man people hand technology
Photo by Nguyen Huy on Pexels.com

Quale che sia la motivazione che ti spinge, una cosa è certa: chi fotografa veramente non si accontenta del punta-e-scatta, ma vuole controllare e prevedere tutto il flusso che porta alla creazione dell’immagine, in modo da poter realizzare lo scatto che ha in mente, per lo scopo che ha in mente. Questo è Fotografare.

Cosa devo imparare per saper Fotografare?

Premesso che se si ama la fotografia non si smette mai di imparare e di sperimentare, quando parti da zero o hai una base di conoscenze apprese qua e là e vuoi consolidarle senza perdere tempo, devi seguire un percorso in quattro step.

  1. Conoscere la propria attrezzatura.
    Sapere come funzionano gli strumenti a tua disposizione è un passo essenziale, così come sapere di cosa realmente hai bisogno per raggiungere gli obiettivi della tua attività come fotografo
  2. Padroneggiare la teoria dell’esposizione.
    Tranquillo, non c’è bisogno di essere esperti matematici. Non servirà andare nel dettaglio tecnicistico, bisogna solo conoscere BENE i concetti chiave. Perché imparare a controllare l’esposizione è riuscire a gestire la luce, e gestire la luce è metà del lavoro in una foto ben riuscita.
  3. Imparare a “vedere” lo scatto.
    La seconda metà del lavoro invece arriva dalla composizione. Ossia da come si inquadra una scena. E come si arriva ad inquadrarla: pianificazione, location, set-up, ecc. Mentre i primi due punti sono generici e validi per ogni genere fotografico, io parlerò del mio ambito, quello della fotografia automotive.
  4. Imparare a editare lo scatto.
    Ultimo ma non meno importante: la fotografia digitale ha aperto le porte anche a quello che prima facevano solo i migliori, ossia lo sviluppo in camera oscura. Questo ti permetterà di tirare fuori il 100% da qualsiasi scatto, a patto ovviamente di sapere cosa fare e come farlo.
photo of people looking on laptop
Photo by fauxels on Pexels.com

E’ incredibile quanto in fretta si possa progredire lavorando ed approfondendo questi quattro step, e quanto in fretta ci si possa elevare rispetto alla maggior parte di quelli che, la fuori, si professano fotografo: semplicemente perché questi non hanno mai realmente imparato le basi!

E’ alla portata di tutti?

Certo che si. Il bello della fotografia è che è un’arte molto schematica, scientifica. Ed è basata su pochi pilastri fondamentali. Imparare quelli non è difficile, con il giusto metodo. Quello che può richiedere tempo è riuscire ad usare queste basi per esprimere la tua creatività, ma è questione di pratica ed allenamento, più che complessità. Quindi non temere: nei prossimi post approfondiremo una ad una tutto quello che ci servirà per imparare a Fotografare!

Contattami

Hai una domanda? Non vedo l’ora di sentirla!

Mandami un messaggio e risponderò il prima possibile!